Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Valle d’Aosta
Veneto

 

ESTERO

 

Con riferimento ed ai sensi della legge n. 4 del 14 gennaio 2013 (Gazzetta Ufficiale del 26 gennaio 2013, n. 22) A.I.PRO.S., al fine di promuovere l’immagine dei Soci e di favorire nella opinione pubblica l’esigenza e la necessità di una professionalità certa nel settore della sicurezza, prevede il rilascio di attestati di qualificazione delle competenze, riservati ai Soci personali.

A.I.PRO.S. promuove, anche attraverso specifiche iniziative, la formazione permanente dei propri iscritti e adotta un codice di condotta ai sensi dell’art. 27-bis del codice del consumo, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, vigilando sulla condotta professionale degli associati, individuando le sanzioni disciplinari per violazioni del medesimo codice.

Le attività professionali degli iscritti a norma di statuto, possono essere svolte anche in forma organizzata e consistono in prestazione di servizi o di opere e sono esercitate abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale – o comunque con il concorso di questo – nel settore della sicurezza intesa come prevenzione e limitazione di danni personali, patrimoniali, sociali ed ambientali, derivanti da eventi criminosi ed accidentali, attività lavorative e da calamità naturali.

I Soci A.I.PRO.S. operano sia in proprio, come lavoratori autonomi, sia nell’ambito di Enti, Istituzioni e società e gli ambiti professionali di riferimento sono individuati in:

  • anticrimine (security)
  • antincendio
  • sicurezza sul lavoro (safety)
  • ambiente
  • protezione dei dati personali
  • continuità operativa (business continuity)
Abruzzo

Lo status di  Socio qualificato  viene indicato, con riferimento al professionista (mai all’azienda) che lo abbia conseguito, sia nell’elenco dei Soci sia nella eventuale pagina di riferimento al singolo Socio. Al momento, tali indicazioni non sono inserite, in quanto non ancora perfezionata la procedura di iscrizione al MISE (ex Legge 4/2013).

I Regolamenti associativi tra altro comprendono, in specifici capitoli:

 

Nota importante
Gli indirizzi e-mail dei Soci A.I.PRO.S. sono inseriti a scopo informativo. L’utilizzo di dati raccolti sul web per l’invio di comunicazioni non richieste è pratica illegale. (precisazione del Garante per la privacy)

Privacy su Internet. Gli indirizzi e-mail non sono pubblici
Gli indirizzi di posta elettronica non sono liberamente utilizzabili da chiunque per il solo fatto di trovarsi in rete. La vasta conoscibilità degli indirizzi e-mail che Internet consente, non rende lecito l'uso di questi dati personali per scopi diversi da quelli per i quali sono presenti on line. Gli indirizzi e-mail non sono, insomma, "pubblici" come possono essere quelli presenti sugli elenchi telefonici.
Il principio è stato ribadito dall'Autorità Garante (composta da Stefano Rodotà. Giuseppe Santaniello, Gaetano Rasi e Mauro Paissan) che ha affrontato in questi ultimi mesi diversi casi di utenti che avevano segnalato la pratica ormai diffusa di inviare e-mail commerciali ad indirizzi di posta elettronica raccolti in rete. Alle proteste degli utenti, le società che avevano inviato le e-mail rispondevano che non vi era stata alcuna violazione della privacy perché gli indirizzi erano stati reperiti su Internet (spesso attraverso appositi software) e che pertanto erano "pubblici".
Niente di più sbagliato, afferma l'Autorità. Gli indirizzi di posta elettronica non provengono, infatti, da pubblici registri, elenchi, atti o documenti formati o tenuti da uno o più soggetti pubblici e non sono sottoposti ad un regime giuridico di piena conoscibilità da parte di chiunque. La circostanza che l'indirizzo e-mail sia conoscibile di fatto, anche momentaneamente, da una pluralità di soggetti non lo rende, infatti, liberamente utilizzabile e non autorizza comunque l'invio di informazioni, di qualunque genere, anche se non specificamente a carattere commerciale o promozionale, senza un preventivo consenso.
L'Autorità sottolinea che l'eventuale disponibilità in Internet di indirizzi di posta elettronica, anche se resi conoscibili dagli interessati per certi scopi (ad esempio su un sito istituzionale o anche aziendale) attraverso siti web o newsgroup, va "rapportata alle finalità per cui essi sono pubblicati sulla rete".
A maggior ragione questo principio vale in caso di uso indebito di software che rastrellano automaticamente migliaia di indirizzi in rete o li creano "a tavolino" a prescindere da un accertamento sulla loro effettiva esistenza.
Per poter inviare e-mail senza violare la privacy degli utenti web è obbligatorio, dunque, ottenere prima il loro consenso. Uno degli ultimi casi di cui si è occupato il collegio del Garante ha riguardato un docente che si era visto recapitare una e-mail pubblicitaria al proprio indirizzo di posta elettronica, presente per finalità di istituto, sul sito dell'università presso la quale insegna.

Ai sensi della direttiva 2009/136/CE, la informiamo che questo sito utilizza i cookies per rendere più efficace la sua esperienza nel fruire dei nostri servizi maggiori informazioni

I cookie sono file di testo che vengono temporaneamente memorizzati sul disco rigido del computer ogni volta che si visita un sito web. Quando si esplora il nostro sito alcune informazioni vengono acquisite automaticamente a fini statistici o informativi e consentono un miglior servizio. Le informazioni potrebbero permettere l’identificazione del visitatore.
Tra queste informazioni ci sono:

Questi dati sono anonimi e vengono elaborati e archiviati solo per fini statistici. Ci sono diversi tipi di Cookie, ognuno di essi segue il comportamento degli utenti per rendere l’esperienza complessiva più veloce, più facile e più efficiente. I cookie non possono danneggiare il tuo computer e non contengono informazioni personali o riservate.

Qui di seguito puoi trovare i tipi di cookie utilizzati sul nostro sito e perché li usiamo:

Analytics Cookies: questi cookie vengono utilizzati per misurare e analizzare come i clienti utilizzano il nostro sito web. Utilizziamo queste informazioni per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito.

Altri cookie vengono utilizzati in forma automatica per fornire servizi quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, la risposta agli articoli scritti, l’invio di richieste di assistenza o informative. La maggioranza dei browser web accetta i cookie. Tuttavia si ha la possibilità di rifiutare i cookies modificando le impostazioni del tuo browser.

NOTA BENE: se si disabilitano si rischia di perdere alcune delle funzionalità di questo sito web.

Chiudi