Angelo Marcello: il ricordo di Gianni Andrei

L’ultimo abbraccio ad Angelo Marcello.

Ho con grandissimo dolore appreso stamane, 25 maggio 2016, del Viaggio intrapreso da Angelo Marcello, caro amico e grande professionista, esempio di ardore e correttezza nei rapporti umani e professionali, testimone di un sentimento d’amicizia schietta quanto forte. Un cuore gentile, sensibile ai sentimenti a cui dava sfogo a volte commovendosi e commovendoci.

Angelo fu promotore e Socio Fondatore dell’A.I.PRO.S. (Associazione Italiana Professionisti della Sicurezza), Presidente dell’Associazione per dodici anni (dal 1980 al 1992) e successivamente Presidente Onorario.

Fu lui, nel 1983, a darmi entusiasmo per entrare a far parte dell’A.I.PRO.S. e spronarmi ad accettare Cariche associative sempre più importanti e rilevanti, sino a quella di Presidente, da me assunta dal 2007, dopo il prefetto ing. Italiano Tiezzi (che lo aveva sostituito nel 1992).

Il 22 aprile scorso mi giunse una Sua missiva, dove mi chiedeva una prefazione al suo libro sul Rischio Aziendale, rivisto e ampliato rispetto alla prima edizione di vent’anni orsono. E Lui, già malato, e ben più di me, ma tenacemente indomabile, concluse la risposta al mio assenso inviatogli di slancio, con queste parole: “Combatti, guerriero! Con tutti gli amici ti sono vicino e ti grido: AUGURI! Sta bene presto e torna ad operare con vigore con noi, con l’AIPROS e con chi ti vuole bene da sempre. FORZA, Gianni. Un abbraccio forte e a presto”.

Gli risposi ancora, con un po’ di commozione: “A presto (con un po’ di nostalgia!) riabbracciarti!”.

Un paio di giorni dopo Angelo fu ricoverato e, nonostante si fosse ancora una volta ripreso, poi improvvisamente la Dama Nera l’ha rapito e portato con sé.

Mi hanno legato a Lui trentatré anni di costante amicizia, che mi hanno consentito di conoscere ed apprezzare bene la Sua preparazione, la Sua competenza, la Sua deontologia professionale. E farne tesoro!

La figura professionale di Angelo mancherà a noi come a tutto il mondo della sicurezza. Ma finalmente ora potrà percorrere sentieri lievi e pianeggianti, dolci e luminosi.

Un affettuoso abbraccio, mio personale e a nome di tutte le Socie e di tutti i Soci di AIPROS, alla consorte signora Vera e ai figlioli, alla carissima Nadia, a Giulia e Mauro.

Angelo forse ora mi rimproverebbe di piangerlo, perché era un uomo positivo, innamorato della vita. Ed infatti questa vuole essere una Sua “celebrazione” non una commemorazione, perché comunque rimane e rimarrà con noi, con il suo sorriso, con i suoi insegnamenti.

E da Lassù ci renderà il cammino certamente più sicuro.

Roma, 25 maggio 2016

Gianni Andrei

I funerali di Angelo MARCELLO si celebreranno venerdì 27 maggio, alle ore 10,00 presso la Parrocchia di S. Josemaria Escrivà, a Roma (Via Giuseppe Grezar, 7).