Antincendio – Studi e documentazione disponibile sul Web – 2

La biblioteca digitale del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco si è recentemente arricchita di una pubblicazione, anch’essa redatta essenzialmente per la formazione interna, ma di indubbio interesse anche per professionisti del settore, inclusi i periti assicurativi e C.T.P.
LE CAUSE D’INCENDIO E/O DI ESPLOSIONE NELLE CALDAIE E GENERATORI DI CALORE IN AMBIENTE DOMESTICO
Il documento è stato realizzato dal NIA Nucleo Investigativo Antincendio e curato dall’ing. Michele Mazzaro.

Nella presentazione dell’ing. Cosimo Pulito, Direttore Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica, tra l’altro si legge:
Gli incidenti domestici rappresentano un problema di rilevanza sociale per l’impatto psicologico che hanno sulla popolazione che considera la casa il luogo sicuro per eccellenza. In Italia, su circa 60 milioni di abitanti, gli individui coinvolti in incidenti domestici in un anno sono circa 2,8 milioni, con un numero di incidenti pari a circa 3,3 milioni.
Tra i vari incidenti domestici particolare gravità caratterizzano quelli dovuti ad intossicazione da monossido di carbonio e ad incendio e/o esplosione a causa dell’uso di gas combustibile, distribuito attraverso reti o in bombole, o provocati da malfunzionamento dei camini e dei condotti fumari.
La pubblicazione fornisce alcuni dati tecnici sui gas più comuni utilizzati negli ambienti domestici e mostra, attraverso una serie di immagini commentate, numerose situazioni potenzialmente pericolose dovute ad errori di installazione o a cattive manutenzioni.

http://www.vigilfuoco.it/allegati/biblioteca/Caldaie_16.02.2016.pdf