Attività di normazione – Il contributo A.I.PRO.S.

Come noto, A.I.PRO.S. è sempre in prima linea sia nel fornire il proprio contributo all’implementazione ed all’aggiornamento della normativa nel settore della sicurezza, nell’ottica di una costante crescita e riconoscimento della professionalità degli operatori.

In tale contesto, diverse sono le iniziative intraprese e quelle alle quali i rappresentanti di A.I.PRO.S. partecipano e collaborano, con notevole dedizione. Tra queste, in primo luogo, la costante presenza di nostri associati per i diversi tavoli normativi dell’UNI, o di Enti collegati, e nello specifico, la Commissione Sicurezza della società e del cittadino”, presieduta dal nostro Socio e membro del Consiglio Direttivo, ing. Ivano Roveda), il cui campo di attività comprende: Sicurezza della società – Protezione e sicurezza del cittadino – Sicurezza nella catena di distribuzione – Gestione del rischio.

Questa Commissione, nel corso dello scorso anno:

  • ha elaborato la Norma UNI 10459:2015 , in vigore dal 12/02/2015 (“Attività professionali non regolamentate – Professionista della Security – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza“) a cura del GdL 05 – Organizzazione e gestione della sicurezza, coordinato dal nostro Vice Presidente Vicario, Michele Messina;
  • ha elaborato la Norma UNI 11613:2015, in vigore dal 10/12/2015 (“Valutazione della complessità (VACO) – Linee guida per le organizzazioni“), a cura del GdL 01 – Gruppo di lavoro archetipico, coordinato dall’avv. Adarosa Ruffini;
  • ha recepito, e introdotto nel sistema normativo nazionale, la UNI EN ISO 22313:2015, in vigore dal 29/01/2015 (“Sicurezza della società – Sistemi di gestione per la continuità operativa – Linee guida“);
  • ha recepito, e introdotto nel sistema normativo nazionale, la UNI CEN/TS 16850:2015, in vigore dal 14/10/2015 (“Sicurezza della società e del cittadino – Linee guida per gestire la sicurezza nelle strutture sanitarie“);
  • ha recepito, e introdotto nel sistema normativo nazionale, la UNI EN 16747:2015, in vigore dal 14/10/2015 (“Servizi di sicurezza (security) marittima e portuale“);.

Al riguardo, si segnala che il coordinamento del GdL 05 – Organizzazione e gestione della sicurezza, dallo scorso mese di settembre è stato affidato ad altro nostro Socio e membro del Consiglio Direttivo, ing. Massimo Marrocco, e che lo stesso GdL ha in animo di porre in revisione sia la UNI 10459:2015, per le osservazioni pervenute, sia la ormai datata UNI 10891:2000 (“Servizi – Istituti di vigilanza privata – Requisiti“). Questa attività pone in evidenza l’opportunità, per tutti i Soci interessati, di far pervenire alla segreteria A.I.PRO.S. osservazioni e contributi relativi a dette norme affinchè gli stessi siano, dopo una opportuna valutazione interna, sottoposti ad UNI per le conseguenti decisioni di merito (e-mail: segreteria@aipros.it).

Sull’argomento “normazione”, infine, si ritiene opportuno anche rappresentare che:

  • l’ing. Roveda e l’avv. Ruffini partecipano, per conto dell’UNI – ma anche per A.I.PRO.S. – ai consessi normativi internazionali di CENELEC e ISO;
  • altri Soci A.I.PRO.S. sono presenti o prestano collaborazione in GdL di altre Commissioni Tecniche, sempre che abbiano attinenza alle tematiche di “sicurezza”;
  • diversi Soci A.I.PRO.S. partecipano inoltre a Comitati di Certificazione ed a Commissioni esaminatrici di alcuni Organismi di Certificazione Indipendente (OdCI), per quanto attiene ai prodotti e alle persone;

L’insieme degli impegni, personali e associativi, posti in campo testimonia l’interesse e l’attenzione che l’Associazione riserva alla complessa materia normativa che, nel mondo ormai sempre più globalizzato, rappresenta un “collante” imprescindibile per un consono e omogeneo sviluppo dei mercati e per la crescita, non soltanto culturale, degli operatori. In primo luogo anche, e soprattutto, dei “professionisti della sicurezza“.

Ed in quest’ottica non può non essere evidenziato anche l’apporto, nel campo della formazione e dell’informazione che si estrinseca con la diretta organizzazione di seminari di aggiornamento e convegni, generalisti o tematici, che nei limiti delle disponibilità finanziarie l’Associazione periodicamente organizza, ma anche con una nutrita presenza di Soci-docenti nei corsi promossi e organizzati da altre entità (in particolare, le istituzioni universitarie).