Comunicazione ai Soci – 15 dicembre 2015

Quota associativa 2016
Segnalazioni
   –  Security Management – Università degli Studi di Roma Tor Vergata
   –  Norma Europea UNI EN 54-29:2015  – Sistemi di rivelazione e di segnalazione di incendio – Parte 29

Quota associativa 2016

Il Comitato Esecutivo dell’Associazione ha ritenuto di poter ridurre le quote associative per l’anno 2016, nelle seguenti misure:
Soci personali         €   180,00      (anziché 250,00)
Soci aggregati         €   250,00      (anziché 350,00)
una tantum per nuove adesioni         €     75,00      (anziché 150,00)La riduzione delle quote è stata decisa in considerazione della delicata fase economica ma anche per il favorevole risultato finanziario prevedibile a chiusura dell’esercizio 2015.Il positivo andamento dei conti – malgrado si debbano registrare ancora diverse cessazioni – è conseguenza della efficace ristrutturazione organizzativa svolta e di una oculata e mirata revisione delle spese che hanno determinato apprezzabili economie, pur mantenendo pressoché inalterate le attività a favore dei Soci. Nel 2015, infatti, tutte le iniziative – n. 7 giornate (4 a Milano e 3 a Roma) oltre all’Assemblea (Bologna) ed un convegno nell’ambito di FieraMilano – sono state gratuitamente fornite ai Soci.
Inoltre la presenza dell’Associazione sia in istituzioni normative e di settore (UNI – IMQ) sia nei rapporti con altre Associazioni e organismi (COLAP – CERSA – AIPS – FABI) è stata sempre fattivamente assicurata, con notevole impegno dei diversi rappresentanti designati, con minimi e trascurabili rimborsi spese.Si trasmette il consueto schema per la quota associativa ed i Soci che non intendessero rinnovare la loro adesione per il 2016 sono vivamente pregati di segnalarlo con urgenza, per evitare inutili adempimenti amministrativi; la comunicazione può essere inoltrata per email (segreteria@aipros.it) o per fax (06.94801919).Per coloro che nell’anno 2015 hanno regolato la quota associativa tramite fattura (intestata alla persona o all’azienda), sarà emesso analogo documento a fine gennaio 2016, salvo che non pervenga comunicazione contraria da parte dei diretti interessati.La Segreteria invita caldamente i Soci a confermare la propria adesione e a provvedere quanto prima alla regolazione della quota o di comunicare tempestivamente il mancato rinnovo. Ovviamente, tale invito non è rivolto ai Soci ai quali è già stata comunicata l’avvenuta regolazione della quota per il 2016, né per gli “Affiliati temporanei“.

Segnalazioni

Security Management – Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Sino al 12 gennaio 2016 è ancora possibile presentare domanda di ammissione ai seguenti corsi in tema di “Security Management”, promossi e organizzati dall’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, nelle due formule:
Corso di Formazione in “Professionista della Security”, per i diplomati;
   Corso di Perfezionamento in “Security Manager”, per i laureati.

I Corsi
–    sono stati riprogrammati tenendo conto delle indicazioni dettate dalla nuova Norma UNI 10459:2015, e forniscono pertanto il requisito formativo richiesto per i tre livelli del profilo del “Professionista della Security” individuati dalla suddetta Norma (“Security Expert”, “Security Manager” e “Senior Security Manager”, differenziati a seconda delle responsabilità e delle funzioni ricoperte).
–    sono strutturati per didattica frontale d’aula, per la peculiarità degli argomenti affrontati;
–    sono Universitari, organizzati, realizzati ed attestati dall’Università degli Studi di Roma Tor Vergata
–    sono qualificati da CERSA;
–    sono riconosciuti e accettati dal Ministero dell’interno e conformi al rilascio del requisito formativo necessario ai sensi della Norma UNI 10459 e dei riferimenti normativi di settore DM 269/2010, DM 115/2014 e Disciplinare Capo della Polizia;
–    prevedono tra i docenti i rappresentanti delle principali associazioni di categoria e di professionisti della Security.

Per maggiori informazioni: http://e-learning.uniroma2.it/course/view.php?id=284

Norma europea UNI EN 54-29:2015

Sistemi di rivelazione e di segnalazione di incendio – Parte 29: Rivelatori combinati – Rivelatori puntiformi utilizzanti la combinazione di sensori per fumo e calore”, già pubblicata in lingua inglese lo scorso mese di maggio, è ora disponibile anche nella versione italiana.

La UNI EN 54-29 specifica i requisiti, i metodi di prova e criteri di prestazione per i rivelatori puntiformi antincendio da utilizzare in sistemi di rivelazione di incendio negli edifici, che incorporano in un unico involucro almeno un sensore ottico o per fumo ionizzato e almeno un sensore di calore. Le prestazioni complessive della rivelazione di incendio sono determinate dalla combinazione dei fenomeni rivelati. La norma fornisce la valutazione e la verifica della prestazione del rivelatore puntiforme utilizzante la combinazione di sensori per fumo e calore.