Covid-19. Vigili del Fuoco e videoconferenze

In relazione ad alcune circolari relative alle videoconferenze organizzate dai Vigili del Fuoco in era di Covid-19, riceviamo e con grande piacere pubblichiamo un appunto dell’Ing. Concetto Aprile, già direttore dell’Area Rischi Industriali del Dipartimento dei Vigili del Fuoco – Ministero dell’Interno e Socio onorario A.I.PRO.S..

NOTA ILLUSTRATIVA DELLE CIRCOLARI EMANATE DAI VIGILI DEL FUOCO PER LA VALIDAZIONE DELLE VIDEOCONFERENZE CON I COMITATI TECNICI REGIONALI VV.F.

     L’Ing. Concetto Aprile

Per il contrasto dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per garantire il corretto svolgimento delle attività dei Comitati Tecnici Regionali (CTR) sia in materia di Prevenzione Incendi (ex D.Lgs. 8 Marzo 2006, n.139 e DPR 151/2011) sia per l’espletamento delle funzioni del Ministero dell’Interno (ex art. 6 del D.Lgs. 105/2015), i Vigili del Fuoco hanno adottato lo strumento della videoconferenza, utilizzando nel con tempo, la registrazione audio e video, previa autorizzazione dei partecipanti (in osservanza della legislazione vigente in materia di privacy) quale prova inconfutabile di quanto detto e deciso nel corso della riunione, da conservare agli atti.

Al riguardo, in data 16 aprile 2020 sono state emanate le seguenti circolari:

1)    Circolare prot. DCPREV.U.0005334 (Riunioni CTR);

2)    Circolare prot.DCEMER.U.0010018 Condivisione dati geo-localizzati con Autorità locali o altri Enti);

3) Circolare prot. DCPREV.U.0005322 (Corsi base di specializzazione in prevenzione incendi).

Gli strumenti adottati dai Vigili del Fuoco sopra illustrati oggettivamente offrono una buona opportunità  sia per l’invio all’ISPRA della NOTIFICA ex artt 13 e 23 del D.Lgs. 105/2015, sia per la trasmissione al CTR del Rapporto di Sicurezza.

Infine, il Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, in tal modo, avrà la possibilità di collegarsi quotidianamente in videoconferenza con i Direttori regionali degli stessi Vigili del Fuoco.