Videosorveglianza Urbana: nuova Pubblicazione

Presentiamo una nuova Pubblicazione sulla Sicurezza sul tema della Videosorveglianza urbana, curata dal Responsabile del Dipartimento Privacy di A.I.PRO.S., Aldo Agostini.

La versione definitiva verrà messa a disposizione dei soli soci a partire dalla fine della prossima settimana.

Lo studio sulla videosorveglianza urbana

La pubblicazione affronta le problematiche in materia di videosorveglianza urbana, in relazione alle numerose declinazioni della “Sicurezza”.

                Aldo Agostini

Infatti, che il legislatore ha deciso di coniugare il termine “Sicurezza” con gli aggettivi Pubblica, Integrata, Urbana e Complementare, previsti nella normativa cogente nazionale.

Ma se si leggono anche le circolari, non mancano altri aggettivi (come Sicurezza privata, primaria, ovvero secondaria).

Ricordiamo che i  seminari organizzati a Padova e a Roma sul tema della videosorveglianza urbana , a dicembre dell’anno scorso, sono andati incontro a un notevole successo.

Nonostante l’impegno di due giornate consecutive (una destinata alle Pubbliche Amministrazioni, la seconda ai fornitori di servizi), si sono registrate numerose presenze.

In conseguenza,  Aldo Agostini ha deciso di “capitalizzare” l’esperienza effettuata e ha messo a disposizione di A.I.PRO.S.. la pubblicazione che presentiamo oggi.

Le dichiarazioni di Aldo Agostini

“Non passa giorno che non venga coinvolto da qualche fornitore, o Pubblica Amministrazione, che mi chiede lumi su come orientarsi nell’intricato dedalo di leggi, regolamenti, decreti ministeriali e provvedimenti del Garante, sia in materia di Polizia che di Privacy.

E’ necessario fornire almeno alcune basi di fondo, per evitare il compimento di evidenti errori nella gestione di questa intricata materia, che è facile leggere nelle informative privacy o nei siti web delle pubbliche amministrazioni.”

Ha  proseguito l’Autore:

“In effetti, la videosorveglianza urbana e anche quella svolta da altri soggetti pubblici e privati costituisce il principale strumento di “comando e controllo” dei dispositivi di sicurezza dei siti sensibili.

Ad esempio, penso al mondo dei trasporti, o ai centri commerciali, alcuni di richiamo nazionale.

Mi auguro che, quanto prima, sia il Ministero che l’Interno che il Garante della Privacy, ognuno per gli aspetti di competenza, forniscano indicazioni aggiornate e aggiornino le circolari e i provvedimenti oggi a disposizione.”

La prossima pubblicazione

Come abbiamo anticipato, entro la fine della prossima settimana metteremo a disposizione, a vantaggio dei soci A.I.PRO.S., la Pubblicazione, nuova e completa, sulla Videosorveglianza urbana.